Consiglio regionale approva all’unanimità OdG a sostegno della Piaggio Aero

Approvato questa mattina all’unanimità l’Ordine del giorno a prima firma Palazzo Regione Liguria scritta  fp1 x00congiunta di Matteo Rosso, consigliere regionale Forza Italia, e Antonino Miceli, Capogruppo del Pd in Regione Liguria, e sottoscritto da tutto il Consiglio regionale, a sostegno della Piaggio Aero.

Lo fa sapere lo stesso Rosso che spiega: “con il documento abbiamo impegnato la Giunta regionale a sollecitare il prefetto affincè possa trasmettere al Governo, e per la precisione ai Ministeri della Difesa e dello Sviluppo Economico, con la necessaria urgenza le motivazioni alla base del mantenimento dell’equilibrio produttivo sancito dall’Accordo di Programma del 2008, accordo sottoscritto da Enti Locali, Azienda e Sindacato, che rappresenta un documento strategico che deve essere rispettato per il reale ed effettivo rilancio della Piaggio aero Insdustries in Liguria e quindi in Italia”.

“Inoltre – continua l’esponente di Forza Italia – si da mandato all’amministrazione regionale di cercare un contatto diretto con l’Amministratore delegato e gli azionisti esteri di Piaggio per rappresentare loro tutte le potenzialità del sistema logistico industriale genovese in termini di opportunità concrete di collaborazioni con altre realtà locali dell’hi-tech, come quella operativamente avviata con Selex Es, presentando i percorsi di ricerca ed innovazione nell’ambito del processo di Genova Smart City”.

“Abbiamo anche chiesto alla Giunta regionale di confermare l’impegno relativo alle aree utilizzate in prossimità dell’Aeroporto genovese affinchè queste mantengano l’attuale destinazione industriale e di attivare un Osservatorio permanente sulle attività produttive che faciliti le sinergie degli Erzelli, con la facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova. Questo Osservatorio deve avere l’obiettivo non solo di favorire la presenza ed il rilancio sul territorio di Piaggio Aero, ma di attirare realtà produttive nel campo della tecnologia di ultima generazione. Inoltre chiediamo che vengano verificate, anche attivandosi con Confindustria, che nel piano industriale siano previste, al fianco di uno sviluppo europeo del centro di attività di manutenzione ed assistenza sito nell’aeroporto C. Colombo, le linee di produzione delle nuove versioni del P180. Garanzia prevista peraltro nel succitato Accordo di programma ed indirizzata alla tutela delle prospettive occupazionali presso l’importante sito produttivo genovese, che tale deve rimanere”, conclude Matteo Rosso.

“È necessario avviare un’azione sinergica tra le istituzioni locali, la Regione e i sindaci dei Comuni coinvolti, per garantire il futuro di Piaggio ed evitare tensioni sociali tra diversi territori della stessa regione”. Questo il pensiero anche del capogruppo Pd Nino Miceli.

Il problema del futuro degli insediamenti industriali di Piaggio Aero è un tema trasversale che supera le divisioni politiche: “Siamo tutti molto preoccupati – spiega Miceli – a seguito della presentazione del piano di Piaggio che in sostanza prospetta un forte ridimensionamento dell’azienda sui siti di Sestri Ponente e di Finale Ligure, venendo così meno, con decisione unilaterale, a quanto concordato con l’accordo di programma del 2008”. “La produzione della Piaggio – prosegue Miceli – è fortemente strategica sia a livello regionale che nazionale ed è per questo che la Regione Liguria dovrà impegnarsi per concordare con i vertici di Piaggio il ruolo dell’azienda nel sistema logistico-industriale genovese che punta decisamente sull’hi-tech”.

“Riteniamo altresì importante – sottolinea inoltre il Consigliere PD Nino Oliveri sul tema Piaggio – che tutte le aree utilizzate dall’azienda nei pressi dell’aeroporto genovese mantengano la loro attuale destinazione industriale e che l’azienda confermi la produzione del P180, come previsto dallo stesso accordo del 2008, dato che dall’attivazione di questa linea produttiva dipendono in gran parte le prospettive occupazionali degli insediamenti liguri”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*