Vivaio comunale Alassio, Pd replica: “bugie e inettitudine del Sindaco Canepa”

“Il Sindaco Canepa racconta frottole con un noioso giochetto tipico della Alassio Comune 01vecchia politica: tirare in ballo, a sproposito, chi lo ha preceduto”. È la replica del partito democratico alassino sulle dichiarazioni del sindaco in merito di presunte “intenzioni di edificazione sull’area vivaio di Alassio da parte del centro sinistra”.

«Non c’è mai stata nessuna intenzione di edificare nell’area del vivaio comunale; la sua chiusura venne condivisa a conclusione un’accurata ed inconfutabile analisi costi-benefici. Oltretutto nelle sue dichiarazioni è lo stesso Canepa a contraddirsi dopo aver capito, con grossolano ed indicativo ritardo, che nell’area in esame non è possibile, sulla base delle normative vigenti, alcuna lottizzazione».

«Il PD, viceversa, e sia Canepa che il suo amico Melgrati lo sanno bene, è intervenuto con successo, con il suo Assessore Domenico Bogliolo, per il blocco di alcune note lottizzazioni sgradite alla cittadinanza. Lottizzazioni, queste si, che l’Amministrazione attuale si sta impegnando, per la verità con miseri risultati, a rimettere in piedi. Lottizzazioni per difendere le quali il Consigliere Bonavia, su imbeccata del suo “Dominus”, si è addirittura prodigato in testimonianze e false accuse, gravissime e, incredibilmente, come da lui stesso dichiarato, basate sul “sentito dire”».

«Informiamo Canepa & C., in conclusione, che questo gioco dello “scarica barile” ha il difetto di scadere e di essere via via sempre meno sostenibile col passare del tempo. Amministrano da più di sei mesi – conclude la nota del Pd – e nonostante una florida situazione finanziaria (ripristinata, dopo due anni di sacrifici, proprio da chi li ha preceduti) non sono ancora riusciti a mettere in piedi, di loro iniziativa, un emerito “piffero”».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*