Nuova Biblioteca Universitaria di Genova: investimenti per 26 milioni di euro, aprirà a ottobre

“È un’opera molto attesa, un’importante operazione che si chiude. Siamo al (foto)rush finale e se tutti faranno la loro parte entro ottobre sarà completata. Non è un’operazione in cui abbiamo avuto un ruolo diretto ma l’abbiamo seguita molto da vicino per le competenze che la Regione ha in ambito culturale. Ricordo che nel 2010, grazie al ministro Bondi a cui scrivemmo, ottenemmo gli ultimi due milioni di euro necessari al suo completamento”. Lo ha detto oggi il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando illustrando in conferenza stampa la nuova Biblioteca Universitaria di Genova, insieme con l’assessore Angelo Berlangieri, alla presenza del soprintendente per i Beni culturali e paesaggistici della Liguria Maurizio Galletti e della direttrice della biblioteca Maria Concetta Petrollo.

L’opera, commissionata dalla direzione generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali ed il Diritto d’Autore è costata 26 milioni di euro (di cui 24 per i lavori edili e 2 per gli arredi e gli allestimenti) da fondi del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MiBACT). I lavori edili avevano avuto inizio nel 2004 e si sono conclusi nel 2012. L’ultimazione degli arredi e allestimenti avverrà entro ottobre 2014 quando avrà anche luogo l’inaugurazione. La nuova sede della Biblioteca Universitaria di Genova (BUG) è situata nell’ex albergo Colombia Excelsior in via Balbi 40, di proprietà del demanio dello Stato, in consegna per uso governativo al (MiBACT). L’edificio fu costruito fra il 1921 e il 1927; da allora fino agli anni ‘80 svolse la sua funzione originaria di albergo, in una zona strategica per l’epoca in quanto di fronte alla stazione ferroviaria di Genova Principe e vicino alla stazione marittima di Ponte dei Mille.

La nuova biblioteca sarà una struttura polivalente: avrà una capacità di oltre 27.000 metri lineari di scaffali (equivalenti a oltre 950.000 volumi) e sarà dotata di spazi per attività complementari e servizi al pubblico: book-store, caffetteria con salone polivalente, sala conferenze. Tutti previsti al piano terreno e ammezzato, negli ambienti di maggior pregio storico-artistico, ornati da stucchi e decori. L’ultimo piano, con la terrazza che si affaccia su Genova e il porto antico, è stato predisposto per ospitare un ristorante con ascensore indipendente dall’ingresso principale.

L’attuazione del progetto è ormai in fase conclusiva: le opere di restauro e quelle relative alle nuove funzioni inserite sono state concluse e collaudate nel giugno 2012 e la direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria ha avviato le procedure per appaltare la prima fase delle opere di allestimento delle sale lettura al 1°, 2° e 3° piano. Da ottobre 2013 sono attivi e aperti al pubblico gli uffici di direzione della biblioteca, al 4° piano, i due depositi librari ai piani -1 e -2, e una piccola sala lettura ricavata al piano terra.

A completamento del progetto ma da realizzarsi in una fase successiva, si prevede una struttura di copertura emisferica in acciaio e vetro. I finanziamenti finora erogati consentiranno comunque la piena funzionalità della restante parte dell’immobile. Attualmente si sta completando una variante del progetto complessivo, per accogliere i volumi del fondo donato dalla famiglia di Edoardo Sanguineti al Comune di Genova, che saranno destinati agli spazi di maggior pregio del piano terra.