Riprendono gli eventi al Teatro Don Bosco di Savona: a gennaio testo in vernacolo e nuova commedia di Margara

di Laura Sergi – Sabato 11 gennaio ritornano sul palco del teatro Don giovanniBosco di Savona gli appuntamenti della quattordicesima Rassegna, dopo la pausa per le vacanze natalizie. A calcare le scene sarà il gruppo Don Bosco di Varazze con uno spettacolo in vernacolo: “E due came’e”, commedia di Gian Solimano (anche regista) ed Elvira Todeschi. La trama verte su un padre padrone: in passato ha costretto addirittura la sorella a sposarsi contro la sua volontà e pretende ora di dirigere la vita della figlia allo stesso modo, proibendole di frequentare il giovane che ama e che la ricambia. Fortuna che ci sia la cameriera che le passa di nascosto lettere d’amore ma… il dispota se ne accorge, decide il licenziamento della donna e da subito fa entrare in casa una nuova domestica, Ninetta.

Non sarà una mossa astuta: le due cameriere si coalizzeranno, metteranno in atto mille stratagemmi che sveleranno tutti i sotterfugi del padrone di casa, e lo costringeranno a rinsavire! Sul palco: Gianni Way, Alfredo Valle, Barbara Ponte, Filippo Ghigliazza, Paolo Guido, Eugenio Rusca, Todeschi, Margherita Alipede, Gloria Corso, Teresa Bolla e Carlo Terraciano.

A seguire, sabato 25 e domenica 26, ci sarà una commedia del direttore artistico del Don Bosco, don Giovanni Margara (in foto), dal titolo: “Potenza dell’abito”, tre atti con la compagnia di casa, ‘La Torretta’ di Savona. Una ricca nobile decaduta è alla ricerca del diario della sorella morta, e per questo scopo si reca nel paesino di montagna dove la famiglia visse per molti anni. Al parroco, al sacrestano e alla donna delle pulizie offre una ricca ricompensa, al fine di invogliare i tre ad aiutarla… Sotto la regia dello stesso Margara, sul palco ci saranno: Guido Chiappelli nelle vesti di Don Tano, Mimmo Basuino come sacrestano Mino, Lorena Cavallero come Lorella (donna delle pulizie), Graziella Mottola nei panni della contessa.

Come di consueto, l’evento del sabato inizia alle ore 21, in replica la domenica seguente alle ore 16. Ingressi: 8 euro gli adulti, 5 i ridotti.