Finale Ligure, il futuro delle Arene Candide: se ne discuterà sabato a palazzo Ricci

“Arene Candide un sito in evoluzione” è l’argomento dell’incontro che si Finale Arene candide entrata1terrà sabato prossimo – 11 gennaio – alle 16.30 nella sala riunioni di palazzo Ricci a Finale Ligure. L’argomento è tratto dalla tesi di laurea magistrale in archeologia elaborata dalla dott.ssa Sara Maglio. Al dibattito oltre all’autrice parteciperanno: Daniele Arobba e Andrea De Pascale del Museo Archeologico del Finale, nonché Roberto Maggi archeologo nei ruoli del Ministero per i beni e le attività culturali.

“Il lavoro eseguito è nato dalla volontà di porre particolare attenzione al territorio finalese -dice Sara Maglio- in un momento in cui tramite evoluzioni urbanistiche e territoriali è necessario rispettare e porre particolare attenzione alla tutela e valorizzazione delle realtà archeologiche e culturali presenti. Il sito archeologico delle Arene Candide non ha certo bisogno di presentazioni ma sicuramente essendo collocato in un’area di particolare rilevanza ambientale necessita di una riqualificazione in grado di conferire particolari caratteristiche ambientali e ricettive per un rilancio turistico ed economico”.

Da qui nasce “l’idea progettuale” per la creazione di un polo archeologico individuato già a grandi linee nell’accordo di programma tra Comune di Finale Ligure e Direzione Generale per i Beni Archeologici della Liguria ed ora sviluppato nella tesi di laurea con un approccio ecosostenibile che ne riduca al minimo l’impatto ambientale garantendo comunque l’immediata cantierabilità. L’elaborato sarà depositato nella collezione di tesi di laurea della Biblioteca Mediateca Finalese.